Sono Barbara, la matta

e l’eredità marra, del Romano e l’inizio, del brutto vizio, con l’invasione della casa, come inizio, del invasione, su ogni personalità, come vizio, per essere la personalità, entrambi l’esigenza, della falsa realtà, che trova con l’eredità, del genio leonida, il genio, di ogni personalità, per la fede della maggioranza, nel genio, della probia personalità..

Le gemelline

smarrite dalla madre e il padre, con il rifiuto d’aristocrazia e le loro apologie, del sequestro, come via, per l’eversione, con la propaganda del ingiustizia, sulla loro e mia via e il giudizio, contro il contrario della mia via, che corisponde, con la maggioranza e la giustizia, che vive sulla tutte le vie..

Il re nato

dei poveri, come dichiarato e rinato, con ogni richiamo, da quelli che sono richiamati, al attenzione, per ogni denuncia e querela dichiarata, che dichiara, nella responsabilità, dei richiamati, la verità, entrambi il referto nelle denuncie e la verità dichiarata, con la fede e la maggioranza, nella verità, di essere il probio re nato, come scritto, dai umani, nella realtà e verità..